rigging
Cos’è il rigging?
19 Luglio 2019
asd-ziggurmare-piacenza
Nuovo risultato della ASD Ziggurmare.it!
9 Settembre 2019

L’esperienza del Whale Watching

whale watching

Il whale watching è la pratica finalizzata all’osservazione dei cetacei nel loro habitat naturale.

Si tratta di un’esperienza unica ed emozionante, che riporta l’attenzione ed una maggiore consapevolezza sull’importanza della tutela dell’ambiente in cui i cetacei vivono.

In genere, l’osservazione dei cetacei viene praticata affidandosi ad operatori che organizzano escursioni in barca nei luoghi in cui la popolazione di specie di cetacei come balenottere comuni, capodogli, zifi, globicefali, grampi, stenelle, delfini e tursiopi, è sufficientemente vasta.

Gli appassionati di whale watching – comunemente chiamato “avvistamento cetacei” – conoscono e si recano periodicamente nei luoghi dove è più probabile vedere i propri amici acquatici.

Le balene, ad esempio, esattamente come gli uccelli, seguono dei precisi flussi migratori ed è dunque possibile sapere in anticipo dove si troveranno in un determinato periodo dell’anno.

I luoghi più rinomati per l’avvistamento delle balene si trovano nelle acque al largo della Scandinavia, della costa pacifica del Messico, del Kenya, Capo Verde, Nuova Zelanda, Islanda e Canada.

Ma anche nel Mediterraneo è possibile osservare le balene in un’area protetta situata fra la Liguria e la Corsica, detta “Santuario dei Cetacei”. I punti di partenza più importanti per effettuare le escursioni in questo luogo sono Sanremo e Imperia, città dalle quali si raggiungono le aree di osservazioni in soli venti minuti di navigazione.

Quando si decide di fare un’escursione di questo tipo, occorre sempre ricordare che siamo noi gli “ospiti” del territorio naturale di vita dei cetacei, dunque bisogna sempre comportarsi in modo da non arrecare disturbo agli animali con la nostra presenza.

Inoltre, è bene prepararsi al fatto che spesso, per “incontrare” un delfino o una balena non in cattività, è necessario navigare parecchie ore e l’avvistamento, seppur frequente, non può mai essere garantito.

Le escursioni di whale watching vengono annullate in caso di condizioni meteorologiche e marine avverse, anche perché le condizioni ideali per l’avvistamento dei cetacei sono mare calmo e assenza di vento.

Con il tempo si diventa degli ottimi osservatori, ma i consigli iniziali per chi si accinge a questa pratica per le prime volte sono:

  • non fissare un unico punto in mezzo al mare
  • spaziare lo sguardo in tutta la superficie del mare sia vicino alla barca che all’orizzonte
  • abituare gli occhi alla percezione di un minimo movimento

Comments are closed.

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato su tutti i corsi e le novità Ziggurmare